Categorie

Informazioni

Produttori

Nuovi prodotti

Offerte

Nessun prodotto scontato al momento.

Fornitori

Nessun fornitore

Sawbwa Resplendens

Published : 02/09/2020 15:02:42
Categories : Pesci d'acqua dolce

Questo bellissimo ciprinide è l'ideale per acquari molto piantumati con acque chiare. Molto semplice da allevare, può regalare molte soddisfazioni anche ad acquariofili poco esperti.

Le sawbwa, all'estero conosciute come Rummy Nose Rasbora, sono piccoli pesci asiatici, luminosi e pacifici. Sono molto timidi, ma se allevati in acquario monospecifico o in gruppi numerosi, riescono a prendere coraggio e a farsi ammirare.

Quesi pesci vanno allevati in gruppi di minimo 6 o 8 esemplari, a seconda delle dimensioni della vasca.

I maschi sono argentati con la punta del muso e le estremità della cudale di colore rosso acceso, la livrea delle femmine è invece grigio oro con un macchietta nera in prossimità della pinna anale. Una carateristica della specie è totale la mancanza di squame sul corpo.

Provenienza

Il lago Inle in Myanmar è un luogo particolare. E' formato da acque basse, luminose e pulite, dove numerose isole galleggianti di piante emerse modificano il paesaggio. Sotto ad ogni isola si celano un labirinto di radici, foglie e alghe, che creano un microhabitat ideale. Purtoppo a causa della pesca, dell'inquinamento e dell'introduzione di diversi pesci non autoctoni che possono diventare predatori, la popolazione di sawbwa resplendes è in diminuzione.

Acquario ideale

Per creare l'acquario adatto a questo pesce, si può prendere spunto dal suo ambiente naturale, di per sè molto particolare. In natura vive al di sotto di quesi tappeti di foglie di piante galleggianti dove resta al sicuro dai predatori.

In una vasca dedicata ai sawbwa si potrebbero usare piante galleggianti come il Ceratophyllum, che crea un bel gomitolo di steli dentro ai quali nascondersi, o piante che creano molte radici come Pistia e Limnobium. Una soluzione particolare, in caso di vasche aperte, potrebbe essere quella di lasciare le radici del Pothos in sospensione chreando un bel groviglio subito sotto al pelo dell'acqua: soluzione più grezza e forse meno elegante, ma sicuramente utile ai fini del mantenimento della qualità dell'acqua. Molto apprezzati sono anche i legni e muschi, specialmente nel caso in cui ci sia la necessità di creare diversi territori per i maschi di sawbwa. In caso di vasche molto piantumate è comunque consigliato lasciare una zona frontale per il nuoto libero.

Ideali compagni di vasca per queti pesci sono i gasteropodi e le caridine, delle quali però possono predare le larve: nel caso di acquari con olte piante e molti nascondigli, la loro predazione ha un'incidenza minima. Possono essere allevati anche con altri pesci pacifici, ch però non competano con loro per il cibo.

Lunghezza 40 - 50 cm per un monospecifico

Dimensioni max 2,5- 3,5cm

Ph 6,5 - 8

Temperatura 20° - 24°

Alimentazione

Sawbwa resplendens è un pesce piccolo ma carnivoro. La maggior parte di questi pesci viene dalla cattura (spesso in Myanmar sono usati come esche per la pesca) ed è quindi abituata a cibo vivo fresco. In acquario bisognerà quindi nutrirli di conseguenza, somministrando cibo vivo o surgelato come cyclops, dafnie, artemie o piccoli infusori. Quando il pesce sarà ben ambientato si potrà iniziare ad alternare al surgelato anche un granulare sempre a base proteica, proporzonato alla misura della loro bocca. Anche i chironomus soo molto aprezzati ma vanno somministrati con parsimonia date le loro misure.

Riproduzione

Per riprodurre i sawbwa bisogna avere l'accortezza di inserire in vasca più esemplari femmina rispetto ai maschi, in genere si consiglia un maschio ogni tre o quattro femmine. Questo perchè, pur restando pesci pacifici con i coinquilini, sono invece litigiosi tra maschi. Le uova vengono deposte sul lato inferiore delle foglie o direttamente su alghe filamentose e muschi. Se si vogliono spostare le uova in un'altra vasca, è consigliato l'uso del mop. Le deposizioni possono avvenire a distanza ravvicinata per cui è bene tenere d'occhio il mop e le piante. Gli avannotti nascono dopo un paio di giorni e vanno nutriti con infusori non appena inizia il nuoto libero.

Share this content

Add a comment

 (with http://)